ACTION30

ASSOCIAZIONE CULTURALE “Action30”

Costituitasi nel 2007, con sede legale in Bari, è attiva nel campo della produzione di libri, audiovisivi, spettacoli, mostre ed eventi.

COLLETTIVO Action30

Un gruppo di grafici, fotografi, disegnatori, video-maker, musicisti, studiosi e giornalisti, residenti in Italia e all’estero, il cui obiettivo è percepire le “nuove” forme di razzismo e di fascismo usando gli anni ’30 del XX secolo come uno specchio o come una lente d’ingrandimento. La tragica lucidità di quegli anni serve, infatti, a rendere meno opachi i paesaggi di oggi e a stimolare nuove posture critiche e creative.

L’ipotesi di partenza è che stiamo vivendo una strana riedizione degli anni ’30 e che, di conseguenza, non basta analizzare, interpretare, spiegare. Bisogna fare qualcosa, agire.

Per Action30 agire significa, in primo luogo, rimettere in discussione i “format” abituali.

Sia a livello della trasmissione del sapere, ibernata nelle tradizionali forme accademiche, sia a livello della comunicazione, diluita in forme spettacolari e di puro intrattenimento.

EDIZIONI “Action30”

Collana GRAPHIC ESSAYS

In un contesto nel quale l’ibridazione tra generi e linguaggi è diventata la regola, solo la saggistica sembra rimasta impermeabile a ogni tipo di mutazione.

Graphic Essays non è solo la prima collana di Action30, è lo spazio magmatico in cui nasce la ricerca e la sperimentazione del nostro collettivo. Concatenando flussi testuali e flussi iconografici, il Graphic Essays funziona come una formidabile macchina da lapsus: slittamenti e rigurgiti imprevisti che rendono incandescenti le domande dando la scossa al pensiero.

La croce della normalità

È il primo esperimento di Graphic Essays, che si sviluppa nell’arco di quattro uscite:

1 – La croce della normalità / L’invasione dei supernormali (pubblicato nel 2007);

action30/1

2 – Politiche del lapsus / Il ritorno degli uomini talpa (pubblicato nel 2008);

Action30-2

3 – Duel_Dual / La rivolta degli antiesorcisti (in preparazione);

4 – L’aristocrazia delle donne infami / I morsi dell’inferno (in preparazione).

Collana ACTUEL / GENEALOGIE DEL FUTURO

In questa collana vengono proposte analisi e ricerche che provano a interrogare in modo critico il presente. Michel Foucault definiva l’atteggiamento critico come un’ontologia dell’attualità: non una teoria o una dottrina, bensì una “vita filosofica” nella quale “la critica di quello che siamo è, al tempo stesso, analisi dei limiti che ci vengono posti e prova del loro superamento possibile”.

Primo volume pubblicato:

P. Di Vittorio, A. Manna, E. Mastropierro, A. Russo, L’uniforme e l’anima. Indagine sul vecchio e nuovo fascismo (Letture di: Bataille, Littell e Theweleit, Jackson, Pasolini, Foucault, Deleuze e Guattari, Agamben, Eco, Ballard), Edizioni Action30, Bari 2009.

L\

Un viaggio nel cuore di tenebra delle società contemporanee.

Una ricerca sul rapporto tra “vecchie” e “nuove” forme di razzismo e fascismo attraverso il pensiero di alcuni protagonisti della vita intellettuale e politica dagli anni 1920-1930 ad oggi.

Nell’adattamento a fumetti di Giuseppe Palumbo, una selezione di testi di Georges Bataille pubblicati sulla rivista Documents (1929-1930).

Action30 “Formless”

È il nome del gruppo di ricerca e produzione audiovisiva impegnato in diversi campi: performance, disegno e animazione, documentari e docufiction, conferenze multimediali.

Cortometraggio (10 min.)

Grande Brasserie Cyrano

Il duello tra Breton e Bataille nella Parigi anni ’30 dei surrealisti, alle soglie dello scoppio della nuova guerra mondiale scatenata dai nazifascisti, dà un volto e un corpo alle loro pulsioni politiche: Damia, la tragédienne de la chanson. Gli scrittori sono sedotti dalla rivoluzione proletaria come lo sono dalla cantante che entrambi amano appassionatamente, sebbene in modi diversi e inconciliabili. E mentre una tempesta nera, razzista e fascista, travolge la storia del Novecento, la donna dà alla luce i protagonisti del nuovo millennio: Icaro, l’ultimo supereroe, e Fra’Casseur, l’uomo talpa.

L’antinomia di “alto” e “basso”, di idealismo e basso materialismo prende la forma del motion comic (recente definizione per identificare una narrazione al confine tra fumetto, animazione e montaggio video), per avviare un progetto di più ampio respiro: le storie del duello tra Icaro e Fra’Casseur, nate nel corso delle performance di Action30, costituiscono, infatti, la trama narrativa di una docufiction nella quale, usando la storia dei supereroi come chiave di lettura, vengono analizzati i “nuovi miti d’oggi”.

I disegni, realizzati con gestualità pittorica, ma anche con precisione scenografica, nella regia video sono montati in un ambiente 3D che conferisce alla naturale bidimensionalità delle immagini una più ricca gamma di possibilità espressive. Le musiche accompagnano le sequenze remixando brani degli anni ’30, da Cab Calloway alla stessa Damia. I testi evocano, tra ricostruzione storica e finzione narrativa, una riflessione filosofica di più ampio respiro che attraversa tutta la produzione di Action30.

Disegni: Giuseppe Palumbo

Testi: Pierangelo Di Vittorio

Regia: Luca Acito

Colonna sonora: Alberto Casati

Produzione: Action30

Il cortometraggio è stato presentato in anteprima il 13 novembre 2009, nel corso del 7° Imaginaria Film Festival di Conversano (BA), dove il collettivo Action30 era ospite di un “Evento speciale”; inoltre, è stato selezionato e proiettato nell’ambito di:

Napoli Comicon 2010

San Giò Video Festival 2010, Verona

Festival du Film 2010, Compiègne (Francia)

Performance-dibattito

Le performance di Action30, che precedono e seguono ogni pubblicazione, sono una sorta di esperimenti “antipedagogici”. Ogni volta, l’identità collettiva viene smontata attraverso un percorso che intreccia le analisi storiche, filosofiche e sociologiche con i materiali polimorfi ed eterogenei dell’attualità. Blob di parole, immagini e musica, le performance di Action30 cercano di stimolare dei momenti di riflessione collettiva e di dibattito.

In occasione dell’uscita del Graphic Essays Ai piedi dello sport / L’alluce di Maradona, la prima performance-dibattito di Action30 ebbe luogo il 10 settembre 2006 a Livorno, presso il Castello Pasquini, in partenariato con l’APAP e Armunia Teatro, nell’ambito del progetto “Rigenerazioni: campus trasversali di arte, cultura e società”.

Successivamente, dal 2007 ad oggi, le performance intitolate L’invasione dei supernormali e la resistenza degli uomini talpa hanno indagato l’universo dei nuovi “miti d’oggi”, trovando nel concetto di “supernormalità” il loro comune denominatore.

Dai supereroi con superproblemi al Dr House, dagli sportivi modello ai SUV, dai reality show agli show della politica: è forse nei paesaggi più banali di oggi che bisogna cercare le radici delle nuove forme di razzismo e fascismo?

23 maggio 2007: Liegi – Université de Liège : Centre Interdisciplinaire de Poétique Appliquée (CIPA).

10 novembre 2007: Bruxelles – Festival des Libertés.

17 aprile 2008: Bologna – TpO: Festival Living on a Border / Migration across arts.

24 aprile 2008: Napoli – Comicon Festival internazionale del fumetto.

1 giugno 2008: Roma – Live Performer Meeting (LPM).

12 settembre 2008: Cagliari – Marina Cafè Noir – Festival di Letterature Applicate.

11 ottobre 2008: Ravenna – Komikazen, 4° Festival internazionale del fumetto di realtà.

17 gennaio 2009: Reggio Emilia – Eternartemisia.org – Arte, fumetto e social network (performance di Giuseppe Palumbo e Comaneci)

17 luglio 2009: Livorno – CultWave/ItaliaWave.

13 novembre 2009: Conversano (BA) – 7° Imaginaria Film Festival.

19 marzo 2010: Torino – Hiroshima Mon Amour.

20 marzo 2010: Novara – Circolo XXV Aprile.

1 maggio 2010: Napoli – Comicon (proiezione Grande Brasserie Cyrano).

3 maggio 2010: Matera – Sui Generis (presentazione libro e performance).

20 maggio 2010: Bologna – TpO / Verso il Festival Sociale delle Culture Antifasciste

21 maggio 2010: Venezia – Magazzini del Sale (Critical Books & Wine).

3 giugno2010: Bologna – Festival Sociale delle Culture Antifasciste, Modo Infoshop,

(presentazione libro).

3 luglio 2010: Oleggio (NO) – FreeTribe Festival.

15 luglio 2010: Padova – Sherwood Festival.

22 luglio 2010: Torino – Cascina Roccafranca.

2 ottobre 2010: Lecce, ZEI – Spazio Sociale.

13 novembre 2010: Montevarchi (AR) – Auditorium Comunale.

MOSTRE

Nell’ambito dell’edizione 2008 del “Napoli Comicon – Festival internazionale del fumetto”, in occasione della performance di Action30 L’invasione dei supernormali e la resistenza degli uomini talpa è stata realizzata un’esposizione di fotografie, fumetti, illustrazioni presso il “Trip” di Napoli, aperta dal 22 aprile al 17 maggio.

Mostra di tavole originali di EternArtemisia, fumetto realizzato da Giuseppe Palumbo nell’ambito della mostra “Caterina e Maria de’ Medici: donne al potere” che si è svolta a Palazzo Stozzi (Firenze, 24 ottobre 2008 – 8 febbraio 2009). Giuseppe Palumbo prosegue qui la ricerca del collettivo Action30 sul tema delle donne e uomini-talpa:

«In una società futuribile, schiacciata da un sistema di ordine e sicurezza ai limiti del delirio, una donna messa al bando diventa il capo di una rivolta destinata a modificare radicalmente questo sistema».

new!

Le tavole sono state esposte anche al Museo del Fumetto di Lucca (2008), allo Spazio Gerra di Reggio Emilia (“Eternartemisia.org – Arte, fumetto e social network”, 17 gennaio – 8 febbraio 2009) e in altre città come Gioia del Colle e Bologna.

Tutto si divide! “Alto” e “basso” nei testi di Georges Bataille e nei disegni di Giuseppe Palumbo. La mostra è stata presentata nell’ambito del 7° Imaginaria Film Festival, presso la Casa delle Arti di Conversano (BA), 11-15 novembre 2009. Quattro sequenze a fumetti raccontano della polemica tra Georges Bataille, filosofo del “basso materialismo”, e André Breton, leader del movimento surrealista; e poi ancora del linguaggio dei fiori e di cavalli accademici, della mutilazione sacrificale e dell’orecchio mozzato di Van Gogh e dell’oscena epifania dell’alluce: tutti testi che Bataille scrisse tra il 1929 e il 1930 sulla rivista “Documents”, e che interpretano la vita, i costumi e la storia dell’uomo a partire dall’opposizione di “alto” e “basso”. Giuseppe Palumbo (con la consulenza di Pierangelo Di Vittorio) ricostruisce le basi di questa insanabile contraddizione, con tutte le sue implicazioni etiche e politiche, attraverso un percorso di immagini e citazioni organizzato in quattro strisce divise longitudinalmente, a significare già nella struttura grafica l’opposizione tra l’idealismo e il basso materialismo. Un esperimento a fumetti in 16 tavole, pubblicato nel volume L’uniforme e l’anima. Indagine sul vecchio e nuovo fascismo (Action30 Edizioni, Bari 2009), che prova a cercare nella tragica lucidità degli anni 30 la forza di un’interrogazione critica sul presente.

Ars pro veritate: Sabato 19 giugno 2010, presso la Chiesa di Santa Maria de Armenis, mostra di Angelo Palumbo dal titolo “ARS PRO VERITATE – s.o.s. mondo” che racchiude la sua ricerca artistica dal 2001 ad oggi. La mostra, che si è avvalsa della collaborazione del collettivo Action30, con l’introduzione alla serata inaugurale, curata da Pierangelo Di Vittorio, Luca Acito, Enrico Mastropierro e Giuseppe Palumbo, è stata arricchita dalle installazioni video curate da Luca Acito.

CONFERENZE MULTIMEDIALI

Per conferenza multimediale s’intende una presentazione tematica realizzata attraverso l’integrazione di diversi mezzi di comunicazione: testo, immagini, filmati, audio ecc. Questo stile comunicativo – diffuso nel mondo anglosassone, soprattutto in ambito scientifico – può essere efficacemente usato anche per condividere analisi e ricerche in campo umanistico, con la possibilità di raggiungere un pubblico non specialistico e differenziato sia per età che per bagaglio culturale e professionale.

Scopo di queste conferenze non è la “divulgazione”, attitudine paternalistica che banalizza il sapere rafforzando lo status chi lo detiene. L’ambizione è, invece, quella di condividere un “atteggiamento critico” facendo emergere le domande che si agitano nel presente.

Le conferenze multimediali sono uno strumento utile, non solo per le tradizionali agenzie educative come la scuola e l’università, ma anche per tutte le istituzioni e le associazioni interessate a promuove momenti di crescita culturale e civile nel proprio territorio.

La conferenza multimediale Liberi di non esserlo. Perché siamo diventati troppo obbedienti è stata presentata da Pierangelo Di Vittorio in anteprima a Bruxelles, il 28 ottobre 2010, in una sala cinematografica del Centro culturale “Le Botanique”. L’evento è stato organizzato e promosso dall’Autre “lieu” di Bruxelles, un’associazione che s’interessa ai rapporti tra la salute mentale e la società.

Action30 WEB

SITO

http://www.action30.it

BLOG (www.action30.it/blog)

È il forum del collettivo che funziona anche come spazio redazionale.

Il blog consente infatti di reinventare il lavoro redazionale, nella misura in cui la ricerca del collettivo si sviluppa direttamente “in rete” e si trova perciò a diretto contatto con l’attualità.

YOUTUBE

action30media

FACEBOOK

action30

Associazione culturale “Action30”

Via Re David, 21 – 70125 Bari

Tel. 080 9905413

E-mail: info@action30.it

http://www.action30.it

http://www.action30.it/blog

http://www.youtube.com/action30media/

Facebook: action30

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...